Il 3 Marzo la Blackest Ever Black rilascerà su vinile una riedizione del “The ’81 Demos” dei Weekend

weekend-1.22.2014
Cosa spinge l’etichetta più dark del momento ad interessarsi ad un progetto che risale al 1995 ad opera dei 
Weekend, band sorta dalle ceneri dei gallesi Young Marble Giants?
È il lontano 1980, anno in cui Alison Statton fonda la band post punk (che prende il nome da una statua greca) insieme ai due fratelli Moxham; il gruppo dopo la pubblicazione del primo album Colossal Youth e un tour con i Cabaret Voltaire si scioglie. Alison, voce cristallina dei Young M G con Simon Booth e Spike Williams fonderà i Weekend. L’imprinting del primo album del trio, ‘La varieté’ (1982), è indirizzato verso atmosfere jazz- lounge.
‘The 81 Demos’, che sarà stampato appunto da Blackest Ever Black, è invece molto più grezzo rispetto ai lavori precedenti. Rilasciato prima nel 1995 su cd, sarà poi inserito in una riedizione di ‘La Varieté’ su vinile.
D’altronde è lo stesso Kiran Sande della Blackest Ever Black ad affermare di voler con la sua label ravvivare la cultura dance traendo elementi presi in prestito dall’area industrial, goth e post punk. Staremo a vedere. Non è un caso che l’etichetta attira nostalgici delle atmosfere techno e non solo, accomunati specialmente da una cosa: il colore nero.